Non riconosciuto il compenso al medico sociale della squadra di calcio

Non è stata riconosciuta la natura di subordinazione, da parte di un medico e responsabile sanitario di una società calcistica in liquidazione, a un contratto sportivo in cui tra le caratteristiche c’era la natura gratuita della prestazione. Così la Cassazione con ordinanza n. 23769/2020.

Cassazione 23769

Se l'articolo ti è piaciuto condivilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Federlearn.it – Divulgazione Responsabile