Il 2022 che sarà, verso la Cop27…

Nel 2020 e nel 2021 abbiamo assistito a un’impennata degli eventi estremi (ondate di calore, cicloni, alluvioni) a livello globale. Nessuno li ha messi in fila, per cui nella memoria collettiva è rimasta una sensazione un po’ nebbiosa di preoccupazione e paura. Nel 2022 parleranno gli scienziati: uscirà il 6° Rapporto dell’Ipcc, il Panel Scientifico sul Clima delle Nazioni Unite. Nel 2022 dovrebbe tenersi anche la seconda parte della Conferenza sulla Biodiversità a Kunming, in Cina. La grave e rapida perdita di biodiversità rappresenta l’altra faccia della crisi ambientale che minaccia la nostra casa comune, la Terra, le basi della civilizzazione umana e della nostra sopravvivenza come specie: la natura può rigenerarsi altrimenti, noi no.

Fonte: Italia libera – Giornale digitale di formazione e partecipazione attiva

L’analisi di MARIA GRAZIA MIDULLA, responsabile clima ed energia del Wwf

IL – 6 gennaio 2022

Il 2022 che sarà. Verso la Cop27: per limitare la crisi climatica, bisogna correre sulla transizione

https://italialibera.online/ambiente-territorio/il-2022-che-sara-verso-la-cop27-per-limitare-la-crisi-climatica-bisogna-correre-sulla-transizione/?utm_source=mailpoet&utm_medium=email&utm_campaign=gli-ultimi-articoli-di-italia-libera#prettyPhoto

 

Se l'articolo ti è piaciuto condivilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Federlearn.it – Divulgazione Responsabile