Crisi climatica, un pianeta B non c’è…

Il nuovo governo tedesco anticipa l’uscita dal carbone e triplica la produzione di elettricità verde, l’Unione europea e la Banca europea degli investimenti bocciano, invece, i progetti Eni sulla Co2 a Ravenna. Una bruciante sconfitta per l’Eni di Descalzi: tace la grande stampa e tace anche il ministero dell’Economia (azionista dell’Ente nazionale idrocarburi). Chi paga per la perdita di competitività aziendale e i danni alla salute dei cittadini? Continua la mobilitazione di atenei e associazioni per tallonare la sessione di Bilancio in Parlamento sugli obiettivi del «2025 linea del Piave climatica»

Fonte: Italia libera – Giornale digitale di formazione e partecipazione attiva

Il commento di MASSIMO SCALIA, fisico matematico

Crisi climatica e legge di Bilancio. Un pianeta B non c’è: «Continuons le combat»

https://italialibera.online/politica-societa/crisi-climatica-e-legge-di-bilancio-un-pianeta-b-non-ce-continuons-le-combat/?utm_source=mailpoet&utm_medium=email&utm_campaign=gli-ultimi-articoli-di-italia-libera

 

Se l'articolo ti è piaciuto condivilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Federlearn.it – Divulgazione Responsabile